Iroko

L’alburno è nettamente definito dal durame di colore giallo che con l’esposizione alla luce acquista un bel colore bruno dorato. Ha tessitura fine o media con fibratura spesso incrociata. Presenta grossi pori sparsi, ben visibile e contiene secrezioni calcaree anche di notevole dimensione. L’alburno viene attaccato da parassiti e va quindi eliminato, mentre il durame è piuttosto durevole.

-Massiccio tradizionale -Industriale -Nobile Veneziano -Assito delle Alpi -Outdoor Flooring

Peculiarità e Pregi

Si lavora abbastanza facilmente con tutti gli utensili; presentando unicamente una certa tendenza a consumare le lame data la facilità ad incorporare secrezioni calcaree. Data la presenza di controfilo sarà bene ridurre l’angolo di taglio delle pialle a 15°. Il legno si incolla, si inchioda e si avvita in maniera soddisfacente ed è possibile ottenere una buona finitura utilizzando però dei turapori. Resiste bene all’aperto, anche in luoghi umidi e trova quindi impiego per costruzioni navali, coperte di imbarcazioni, carpenteria, falegnameria. Avendo anche un bell’aspetto ( assomiglia vagamente al teak ), viene anche impiegato come tranciato dall’industria del mobile.

massa volumetrica

Legno semipesante

ritiro

Medio

stabilità dimensionale

Stabile

durezza

Media

durabilità

Molto durabile

ossidazione

Elevata

Le Nostre Essenze

Immagine di anteprima dell'essenza Wengè

Wengè

Immagine di anteprima dell'essenza Noce

Noce

Merbau

Immagine di anteprima dell'essenza Larice

Larice

Immagine di anteprima dell'essenza Ipé

Ipè

Immagine di anteprima dell'essenza Doussiè

Doussiè

Immagine di anteprima dell'essenza Ciliegio Europeo

Ciliegio Europeo

Immagine di anteprima dell'essenza Afromorsia

Afrormosia

Essenza Olmo

Olmo

Immagine di anteprima dell'essenza Teak

Teak

Immagine di anteprima dell'essenza Rovere

Rovere