Wengè

Alburno e durame sono fortemente differenziati. L’alburno può arrivare ad essere largo fino a 3 centimetri; esso è quasi bianco mentre il durame caria dal marrone-oro fino al marrone-scuro con venature nerastre. Il Wengè è molto decorativo. La struttura è grossolana, diritta e presenta torsione discordante. Le zone di crescita sono diverse e chiaramente riconoscibili. Il legno è molto pesante, di poco ritiro ma molto resistente alla pressione meccanica e alla trazione.

-Massiccio tradizionale -Nobile Veneziano -Assito delle Alpi

Peculiarità e Pregi

La sua durezza e il forte contenuto di resine di varie natura rendono difficoltosa la sua lavorazione, tuttavia impiegando utensili adatti tali difficoltà possono essere superate agevolmente. Si può segare, tornire e intagliare con sufficiente facilità ma, in cambio è difficile da pulire e da laccare. Anche l’incollaggio risulta molto difficile. Il legno presenta notevoli doti di durata perché praticamente inattaccabile dai parassiti sia vegetali che animali. Il Wengè ha trovato negli ultimi tempi un buon impiego nella produzione di mobili moderni, per arredamenti d’interni e, in genere, per ricavare impiallacciature di pregio.

massa volumetrica

Molto pesante

ritiro

Elevato

stabilità dimensionale

Stabile

durezza

Elevata

durabilità

Durabile

ossidazione

Bassa

Le Nostre Essenze

Immagine di anteprima dell'essenza Noce

Noce

Merbau

Immagine di anteprima dell'essenza Larice

Larice

Immagine di anteprima dell'essenza Iroko

Iroko

Immagine di anteprima dell'essenza Ipé

Ipè

Immagine di anteprima dell'essenza Doussiè

Doussiè

Immagine di anteprima dell'essenza Ciliegio Europeo

Ciliegio Europeo

Immagine di anteprima dell'essenza Afromorsia

Afrormosia

Essenza Olmo

Olmo

Immagine di anteprima dell'essenza Teak

Teak

Immagine di anteprima dell'essenza Rovere

Rovere